mercoledì 26 aprile 2017





Bianca Atzei - La strada per la felicità

Corrono, le voci
mi parlano di te
tu lo sai com'è la gente
che sorride a denti stretti
come se, avesse in mano l'assoluta verità
e ci fosse una regola
una strada per
la felicità
Ti guardo e sei, bellissima
radiosa sempre
controcorrente
Laura non voleva più parlare
non diceva più la verità
come un fiore sotto al temporale
che la primavera arriverà
perché questa vita va veloce
e non puoi fermarla certo tu
tu con quei capelli sempre corti
che rinchiudi tutto
dentro le canzoni
Mettiti la gonna
stasera stai da me
che cerchiamo quelle foto
dove mamma si baciava con papà
l'amore non ha direzioni, vedi
non sei mai tu a decidere
la strada per la felicità
Sorridi e sei, bellissima
radiosa sempre
controcorrente


Laura non voleva più parlare
non diceva più la verità
come un fiore sotto al temporale
che la primavera arriverà
perché questa vita va veloce
e non puoi fermarla certo tu
Laura non parlava mai d'amore
e rinchiudeva tutto
dentro le canzoni
Perché questa vita va veloce
e non puoi fermarla certo tu
tu con quei capelli sempre corti
che rinchiudi tutto
dentro le canzoni






Bianca Atzei - Riderai


Riderai, fissando un punto nel vuoto
Dove avrai, proiettato un ricordo.
Su di noi, sarai sconvolto abbastanza
da credere che sia reale e non sia un'immagine.

Le nostri menti talvolta inventano
cose che agli occhi reali sembrano
ma quando vai per toccarle svaniscono
e torneranno perché
ci aspettano.


Riderai, fissando un punto nel vuoto.
Riderai, per quella volta sul treno
e riderai, e riderai con me
per qualche frase in inglese.
Riderai da solo nella tua stanza.
Penserai e riderai con me
perché qualcosa continua a esistere,
anche se non gli è concesso vivere,
le nostre menti talvolta inventano
cose che agli occhi reali sembrano,
ma quando vai per toccarle svaniscono
e torneranno perché
ci aspettano.

Riderai, con me riderai
Con me riderai, riderai.

martedì 25 aprile 2017






Modà e Tazenda - Cuore e vento

Si arrende anche la luna alla bellezza
Il mare la sua splendida corazza
Conserva la sua storia nella terra
Concede un ballo solo a chi sa amarla

Montèras donant a su mare
S’olòre de sa murta in frore
No apo coro e bentu
Chena istìma né carignos suos


Non tutti sanno che le stelle brillano
Per tutti ma non brillano per me
Perché anche il cielo l’ha capito subito
Che non può farci niente se
Non vedo luce se non sto con… te…


Più forte dell’estate e dell’inverno
Ti preferisco in abiti d’autunno
E si deo penso a tie che isposa mia
Vorrei tu fossi sempre primavera

Montagna che regala il mare
L’odore dei suoi mirti in fiore
Cuore e vento non ho
Se non dormo nel suo abbraccio

Niùne l’ischet chi sas neulas dansant
Chin cada amina foras che a mie
Perché anche il cielo l’ha capito subito…
Che non può farci niente se non vedo luce se non sto con te…

Duo ogros che arresordzas lucente
Sos tuos, mirant a mie e nois
Pitzìnnos atrassìdos tue e …deo

Non vedo luce se non sto con te





Zaz - Mi va ("Je veux" in italiano)

Una suite al grande hotel, non la vorrei...
i gioielli di Chanel, non metterei...
fosse mia la Tour Eiffel, che ne farei...
limousine con lo chaffeur, io non ce l'ho...
di uno yacht a Saint Tropez, che ne farò...
un castello a Courmayeur, no grazie no!

Mi va, mi va di avere la libertà
la gioia, l'amore, la semplicità
io voglio morire di felicità...
Mi va, mi va e voi venite con me
la libertà non ama i clichès...
io voglio la vita più vera che c'è...

Non sopporto il galateo, non fa per me...
il politically correct, non so cos'è...
dico quello che mi va, che male fa...
e basta con l'ipocrisia, la falsità,
benvenuti tutti nella mia realtà
dove ogni sguardo ha più verità...
...più verità...


Mi va, mi va di avere la libertà,
la gioia, l'amore, la semplicità,
io voglio morire di felicità...
mi va, mi va e voi venite con me,
la libertà non ama i clichés...
io voglio la vita più vera che c'è...

Mi va, mi va di avere la libertà
la gioia, l'amore, la semplicità,
io voglio morire di felicità...
mi va, mi va e voi venite con me
la libertà non ama i clichés...
io voglio la vita più vera che c'è...

Mi va, mi va di avere la libertà
la gioia, l'amore, la semplicità,
io voglio morire di felicità...
mi va, mi va e voi venite con me
la libertà non ama i clichés...
io voglio la vita più vera che c'è...





Arisa - Controvento


Io non credo nei miracoli, meglio che ti liberi meglio che ti guardi dentro
Questa vita lascia i lividi questa mette i brividi certe volte è più un combattimento
C’è quel vuoto che non sai, che poi non dici mai, che brucia nelle vene come se
Il mondo è contro te e tu non sai il perché, lo so me lo ricordo bene
lo sono qui
Per ascoltare un sogno
Non parlerò
Se non ne avrai bisogno
Ma ci sarò
Perché così mi sento
Accanto a te viaggiando controvento
Risolverò
Magari poco o niente
Ma ci sarò
E questo è l’importante
Acqua sarò
Che spegnerà un momento

Accanto a te viaggiando controvento
Tanto il tempo solo lui lo sa, quando e come finirà
La tua sofferenza e il tuo lamento
C’è quel vuoto che non sai che poi non dici mai
Che brucia nelle vene come se
Il mondo è contro te e tu non sai il perché
Lo so me lo ricordo bene
lo sono qui
Per ascoltare un sogno
Non parlerò
Se non ne avrai bisogno
Ma ci sarò
Perché cosi mi sento
Accanto a te viaggiando controvento
Risolverò
Magari poco o niente
Ma ci sarò
E questo è l’importante
Acqua sarò
Che spegnerà un momento
Accanto a te
Viaggiando controvento
Viaggiando controvento
Viaggiando controvento
Acqua sarò che spegnerà un momento
Accanto a te viaggiando controvento

domenica 23 aprile 2017

Adriano Celentano




Adriano Celentano - Il ragazzo della via Gluck

Questa è la storia
di uno di noi,
anche lui nato per caso in via Gluck,
in una casa, fuori città,
gente tranquilla, che lavorava.
Là dove c'era l'erba ora c'è
una città,
e quella casa
in mezzo al verde ormai,
dove sarà?

Questo ragazzo della via Gluck,
si divertiva a giocare con me,
ma un giorno disse,
vado in città,
e lo diceva mentre piangeva,
io gli domando amico,
non sei contento?
Vai finalmente a stare in città.
Là troverai le cose che non hai avuto qui,
potrai lavarti in casa senza andar
giù nel cortile!

Mio caro amico, disse,
qui sono nato,
in questa strada
ora lascio il mio cuore.
Ma come fai a non capire,
è una fortuna, per voi che restate
a piedi nudi a giocare nei prati,
mentre là in centro respiro il cemento.
Ma verrà un giorno che ritornerò
ancora qui
e sentirò l'amico treno
che fischia così,
"wa wa"!

Passano gli anni,
ma otto son lunghi,
però quel ragazzo ne ha fatta di strada,
ma non si scorda la sua prima casa,
ora coi soldi lui può comperarla
torna e non trova gli amici che aveva,
solo case su case,
catrame e cemento.

Là dove c'era l'erba ora c'è
una città,
e quella casa in mezzo al verde ormai
dove sarà.

Ehi, Ehi,

La la la... la la la la la...

Eh no,
non so, non so perché,
perché continuano
a costruire, le case
e non lasciano l'erba
non lasciano l'erba
non lasciano l'erba
non lasciano l'erba

Eh no,
se andiamo avanti così, chissà
come si farà,
chissà...

venerdì 21 aprile 2017

Riccardo Cocciante



Riccardo Cocciante - Cervo a primavera

Io rinascerò
cervo a primavera
oppure diverrò
gabbiano da scogliera
senza più niente da scordare
senza domande più da fare
con uno spazio da occupare
e io rinascerò
amico che mi sai capire
e mi trasformerò in qualcuno
che non può più fallire
una pernice di montagna
che vola eppur non sogna
in una foglia o una castagna
e io rinascerò
amico caro amico mio
e mi ritroverò
con penne e piume senza io
senza paura di cadere
intento solo a volteggiare
come un eterno migratore...
Senza paura di cadere
intento solo a volteggiare
come un eterno migratore
e io rinascerò
senza complessi e frustrazioni
amico mio ascolterò
le sinfonie delle stagioni
con un mio ruolo definito
così felice d'esser nato
fra cielo terra e l'infinito
ah...
e io rinascerò
senza complessi e frustrazioni
amico mio ascolterò
le sinfonie delle stagioni
con un mio ruolo definito
così felice d'esser nato
fra cielo terra e l'infinito
ah...
e io rinascerò
io rinascerò

na na na na na
Anna Oxa



Anna Oxa - Donna con te

Quanti ricordi dietro me
li segnerò nel diario della vita
e terrò quei vecchi batticuori nel presente mio
di bianco e rosso vestirò.
Sarò un angelo per te
quella donna che puoi stringere sul cuore
ma se occorre come il sole i tuoi sensi accenderò
e piano piano poi li spegnerò.
Donna con te, di me chissà che sai
donna con te se tu lo vuoi.
Le tue mani su di me
stanno già forzando la mia serratura
ma la porta del mio cuore all'improvviso si aprirà
ed un'altra donna uscirà.
Sarò una donna che ritrova la sua femminilità
e te la regalerà.
Donna che ti fa stupire solo con la sua semplicità
e che ti amerà.
Quanto cielo su di noi
questa mia età colorala se puoi
e delle notti in bianco e nero quelle le cancellerò
perché donna io con te sarò

mercoledì 19 aprile 2017

Mia Martini



Mia Marini - Volesse il cielo

Volesse il cielo che passato il
vento non tornasse il canto che non
finirà ed ascoltando si piangesse
tanto che nel mondo il pianto non
tornasse mai.
Volesse il cielo che nascesse
l'angelo della passione che la vita
da.
Volesse il cielo che ci fosse luce,
volesse il cielo che ci fosse pace,
Ah se la gente fosse differente e
cantasse sempre canti tutti suoi
potere andare nudi a due a due
e cantare sempre tutto quel che
vuoi.
Volesse il cielo che la vita fosse
una bellezza che non sa cos’è.
Volesse il cielo d'essere fratello
sempre accanto a me






Francesco De Gregori - La donna cannone

Butterò questo mio enorme cuore tra le stelle un giorno,
giuro che lo farò,
e oltre l'azzurro della tenda nell'azzurro io volerò.
Quando la donna cannone
d'oro e d'argento diventerà,
senza passare dalla stazione
l'ultimo treno prenderà.

E in faccia ai maligni e ai superbi il mio nome scintillerà,
dalle porte della notte il giorno si bloccherà,
un applauso del pubblico pagante lo sottolineerà
e dalla bocca del cannone una canzone suonerà.

E con le mani amore, per le mani ti prenderò
e senza dire parole nel mio cuore ti porterò
e non avrò paura se non sarò bella come dici tu
ma voleremo in cielo in carne ed ossa,
non torneremo più...
na na na na na

e senza fame e senza sete
e senza ali e senza rete voleremo via.

Così la donna cannone,
quell'enorme mistero volò
tutta sola verso un cielo nero nero s'incamminò.
Tutti chiusero gli occhi nell'attimo esatto in cui sparì,
altri giurarono e spergiurarono che non erano stati lì.

E con le mani amore, con le mani ti prenderò
e senza dire parole nel mio cuore ti porterò
e non avrò paura se non sarò bella come vuoi tu
ma voleremo in cielo in carne ed ossa,
non torneremo più...
na na na na na

E senza fame e senza sete
e senza ali e senza rete voleremo via...

lunedì 17 aprile 2017

Fiordaliso




Fiordaliso - Non voglio mica la luna

Vorrei due ali d’aliante
Per volare sempre più distante
E una baracca sul fiume
Per pulirmi in pace le mie piume
Un grande letto sai
Di quelli che non si usano più
Un giradischi rotto
Che funzioni però
Quando sono giù un po’.

Non voglio mica la luna
Chiedo soltanto di stare
Stare in disparte a sognare
E non stare a pensare più a te

Non voglio mica la luna
Chiedo soltanto un momento
Per riscaldarmi la pelle
Guardare le stelle
E avere più tempo più tempo per me.
Con gli occhi pieni di vento
Non ci si accorge dov’è il sentimento
Tra i nostri rami intrecciati
Troppi inverni sono già passati
Io vorrei defilarmi per i fatti miei
Io saprei riposarmi ma tu
Non cercarmi mai più.


Non voglio mica la luna
Chiedo soltanto di andare
Di andare a fare l’amore
Ma senza aspettarlo da te

Non voglio mica la luna
Chiedo soltanto un momento
Per riscaldarmi la pelle guardare le stelle
E avere più tempo più tempo per me
Fiorella Mannoia




Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono


Ci fanno compagnia certe lettere d'amore
parole che restano con noi,
e non andiamo via
ma nascondiamo del dolore
che scivola, lo sentiremo poi,
abbiamo troppa fantasia, e se diciamo una bugia
è una mancata verità che prima o poi succederà
cambia il vento ma noi no
e se ci trasformiamo un po'
è per la voglia di piacere a chi c'è già o potrà arrivare a stare con noi,
siamo così
è difficile spiegare
certe giornate amare, lascia stare, tanto ci potrai trovare qui,
con le nostre notti bianche,
ma non saremo stanche neanche quando ti diremo ancora un altro "sì".
In fretta vanno via della giornate senza fine,
silenzi che familiarità,
e lasciano una scia le frasi da bambine
che tornano, ma chi le ascolterà...

E dalle macchine per noi
i complimenti dei playboy
ma non li sentiamo più
se c'è chi non ce li fa più
cambia il vento ma noi no
e se ci confondiamo un po'
è per la voglia di capire chi non riesce più a parlare
ancora con noi.
Siamo così, dolcemente complicate,
sempre più emozionate, delicate ,
ma potrai trovarci ancora qui
nelle sere tempestose
portaci delle rose
nuove cose
e ti diremo ancora un altro "sì",
è difficile spiegare
certe giornate amare, lascia stare, tanto ci potrai trovare qui,
con le nostre notti bianche,
ma non saremo stanche neanche quando ti diremo ancora un altro "sì"

giovedì 13 aprile 2017






Bianca Atzei - La paura che ho di perderti

Non ti sorprendo più con le mie follie
Con le mie teorie
Che per amarsi non per forza serve tanto tempo
O come dici tu saggiamente
Forse neanche qualche giorno
Ma non dimentico neanche l’attimo in cui
Mi hai vista li seduta sola ad aspettarti
Tu te ne stavi li fermo
Con la paura di svegliarti
Guardare insieme a te il sole sciogliersi
E tirar tardi in giro a piedi per le strade liberi
Poi non trovarsi , sentirsi persi
Con la paura di cercarsi


E allora porta via questa malinconia
Devi convincermi che non sei mai andato via
E adesso scaldami in tutti gli angoli
Con la tua pelle ed i tuoi baci e poi guariscimi
Fammi sentire tutta quella voglia che hai di vivermi
E poi cancella dentro me l'incertezza e la paura che ho di perderti

Ed è incredibile se poi ripenso che
Il primo bacio è arrivato come un acquazzone imprevedibile
Ma cosi bello
Come pioggia, pioggia dopo tanto sole
Io che stringevo le tue mani per ore
E ti dicevo che dalle mani sento molte cose
Tu non capivi le mie parole
Ma le capisci ora , ora che non stiamo insieme!

E allora porta via questa malinconia
Devi convincermi che non sei mai andato via
E adesso scaldami in tutti gli angoli
Con la tua pelle ed i tuoi baci e poi guariscimi
Fammi sentire tutta quella voglia che hai di vivermi
E poi cancella dentro me l'incertezza e la paura che ho di perderti

E allora porta via questa malinconia
Devi convincermi che non sei mai andato via
E adesso scaldami in tutti gli angoli
Con la tua pelle ed i tuoi baci e poi guariscimi
Fammi sentire tutta quella voglia che hai di vivermi
E poi cancella dentro me l'incertezza e la paura che ho di perderti..
La paura che ho di perderti!





P.F.M. - Impressioni di settembre

Quante gocce di rugiada intorno a me
cerco il sole, ma non c'è.
Dorme ancora la campagna, forse no,
è sveglia, mi guarda, non so.
Già l'odor di terra, odor di grano
sale adagio verso me,
e la vita nel mio petto batte piano,
respiro la nebbia, penso a te.
Quanto verde tutto intorno, e ancor più in là
sembra quasi un mare d'erba,
e leggero il mio pensiero vola e va
ho quasi paura che si perda...
Un cavallo tende il collo verso il prato
resta fermo come me.
Faccio un passo, lui mi vede, è già fuggito
respiro la nebbia, penso a te.
No, cosa sono adesso non lo so,
sono un uomo, un uomo in cerca di se stesso.
No, cosa sono adesso non lo so,
sono solo, solo il suono del mio passo.
e intanto il sole tra la nebbia filtra già
il giorno come sempre sarà.

Jovanotti




Jovanotti - A te

A te che sei l'unica al mondo
L'unica ragione per arrivare fino in fondo
Ad ogni mio respiro
Quando ti guardo
Dopo un giorno pieno di parole
Senza che tu mi dica niente
Tutto si fa chiaro
A te che mi hai trovato

All' angolo coi pugni chiusi
Con le mie spalle contro il muro
Pronto a difendermi
Con gli occhi bassi
Stavo in fila
Con I disillusi
Tu mi hai raccolto come un gatto
E mi hai portato con te

A te io canto una canzone
Perche non ho altro
Niente di meglio da offrirti
Di tutto quello che ho

Prendi il mio tempo
E la magia
Che con un solo salto
Ci fa volare dentro l'aria

Come bollicine
A te che sei
Semplicemente sei
Sostanza dei giorni miei
Sostanza dei giorni miei


A te che sei il mio grande amore
Ed il mio amore grande
A te che hai preso la mia vita
E ne hai fatto molto di pi?

A te che hai dato senso al tempo
Senza misurarlo
A te che sei il mio amore grande
Ed il mio grande amore

A te che io
Ti ho visto piangere nella mia mano
Fragile che potevo ucciderti
Stringendoti un po'

E poi ti ho visto
Con la forza di un aeroplano
Prendere in mano la tua vita
E trascinarla in salvo

A te che mi hai insegnato I sogni
E l'arte dell'avventura
A te che credi nel coraggio
E anche nella paura

A te che sei la miglior cosa
Che mi sia successa
A te che cambi tutti I giorni
E resti sempre la stessa
A te che sei

Semplicemente sei
Sostanza dei giorni miei
Sostanza dei sogni miei
A te che sei
Essenzialmente sei

Sostanza dei sogni miei
Sostanza dei giorni miei
A te che non ti piaci mai
E sei una meraviglia

Le forze della natura si concentrano in te
Che sei una roccia sei una pianta sei un uragano
Sei l'orizzonte che mi accoglie quando mi allontano
A te che sei l'unica amica

Che Io posso avere
L'unico amore che vorrei
Se io non ti avessi con me
A te che hai reso la mia vita
Bella da morire

Che riesci a render la fatica
Un immenso piacere
A te che sei il mio grande amore
Ed il mio amore grande
A te che hai preso la mia vita

E ne hai fatto molto di pi?
A te che hai dato senso al tempo
Senza misurarlo
A te che sei il mio amore grande
Ed il mio grande amore

A te che sei
Semplicemente sei
Sostanza dei giorni miei
Sostanza dei sogni miei

A te che sei
Semplicemente sei
Compagna dei giorni miei
Sostanza dei sogni
Laura Pausini




Laura Pausini - E ritorno da te

E ritorno da te nonostante il mio orgoglio
Io ritorno perché altra scelta non see'è
Ricordando i giorni a un'altra latitudine
Frequentando i posti dove ti vedrei
Recitando i gesti e le parole che ho perso
Ee ritorno da te dal silenzio che è in me

Tu dimmi se s'è ancora per me
Un'altra occasione, un'altra emozione
Se ancora sei tu
Ancora di più un'altra canzone fresca e nuova
Tu dimmi se ormai qualcosa di noi see'è ancora Dentro agli occhi tuoi
Oh no... gli occhi tuoi


E ritorno da te perchè ancora ti voglio
E ritorno da te contro il vento che see'è
Io ritorno perchè ho bisogno di te
Di respirare fuori da questa inquietudine
E ritrovare mani forti su di me
E non sentirmi sempre così fragile

Tu dimmi solo se s'è ancora per me
Un'altra occasione, un'altra emozione
Dimmi se ancora sei tu
Ancora di più la nostra canzone che risuona
Tu dimmi se ormai qualcosa di noi see'è ancora Dentro gli occhi tuoi, oh no..

Se ancora sei tu
Una canzone fresca e nuova
Tu dimmi se ormai qualcosa di noi see'è ancora Dentro agli occhi tuoi,
Oh no... gli occhi tuoi
Dimmi solo se see'è e ritorno da te

mercoledì 12 aprile 2017

Jovanotti




Jovanotti - L'ombelico del mondo

Questo è l'ombelico del mondo
Dove si incontrano facce strane di una bellezza un po' disarmante
Pelle di ebano di un padre indigeno e occhi smeraldo come il diamante
Facce meticce da razze nuove come il millennio che sta arrivando
Questo è l'ombelico del mondo e noi stiamo giá ballando

Questo è l'ombelico del mondo
Questo è l'ombelico del mondo dove non si sa dove si va a finire
E rasalendo dentro se stessi alla sorgente del respirare
è qui che si incontrano uomini nudi con un bagaglio di fantasia
Questo è l'ombelico del mondo senti che sale questa energia

Questo è l'ombelico del mondo
Questo è l'ombelico del mondo è qui che see'è il pozzo dell'immaginazione
Dove convergono le esperienze e si trasformano in espressione
Dove la vita si fa preziosa e il nostro amore diventa azioni
Dove le regole non esistono esistono solo le eccezioni

Questo è l'ombelico del mondo
Questo è l'ombelico del mondo è qui che nasce l'energia
Centro nevralgico dell'universo da qui che parte ogni nuova via
Dalle provincie del grande impero sento una voce che si sta alzando
Questo è l'ombelico del mondo e noi stiamo giá ballando

Questo è l'ombelico del mondo

Sergio Endrigo




Sergio Endrigo - Lontano dagli occhi

Che cos’è?
C’è nell’aria qualcosa di freddo
che inverno non è.

Che cos’è?
Questa sera i bambini per strada
non giocano più.

Non so perchè
l’allegria degli amici di sempre non mi diverte più.
Uno mi ha detto che:

“Lontano dagli occhi, lontano dal cuore”.
E tu sei lontana,
lontana da me.

Per uno che torna
e ti porta una rosa
mille si sono scordati di te.

“Lontano dagli occhi, lontano dal cuore”.
E tu sei lontana,
lontana da me.

Ora so, che cos’è questo amaro sapore
che resta di te, quando tu
sei lontana e non so dove sei cosa fai dove vai.


E so perchè non so piu immaginare
il sorriso che c’è negli occhi tuoi
quando non sei con me.

“Lontano dagli occhi, lontano dal cuore”.
E tu sei lontana,
lontana da me.

Per uno che torna
e ti porta una rosa
mille si sono scordati di te.

“Lontano dagli occhi, lontano dal cuore”.
E tu sei lontana,
lontana da me.

Per uno che torna
e ti porta una rosa
mille si sono scordati di te.

“Lontano dagli occhi, lontano dal cuore”.
E tu sei lontana,
lontana da me!
Fabrizio De André




Fabrizio De André - Il testamento di Tito

"Non avrai altro Dio all'infuori di me,
spesso mi ha fatto pensare:
genti diverse venute dall'est
dicevan che in fondo era uguale.

Credevano a un altro diverso da te
e non mi hanno fatto del male.
Credevano a un altro diverso da te
e non mi hanno fatto del male.

Non nominare il nome di Dio,
non nominarlo invano.
Con un coltello piantato nel fianco
gridai la mia pena e il suo nome:

ma forse era stanco, forse troppo occupato,
e non ascoltò il mio dolore.
Ma forse era stanco, forse troppo lontano,
davvero lo nominai invano.


Onora il padre, onora la madre
e onora anche il loro bastone,
bacia la mano che ruppe il tuo naso
perché le chiedevi un boccone:

quando a mio padre si fermò il cuore
non ho provato dolore.
Quanto a mio padre si fermò il cuore
non ho provato dolore.

Ricorda di santificare le feste.
Facile per noi ladroni
entrare nei templi che rigurgitan salmi
di schiavi e dei loro padroni

senza finire legati agli altari
sgozzati come animali.
Senza finire legati agli altari
sgozzati come animali.

Il quinto dice non devi rubare
e forse io l'ho rispettato
vuotando, in silenzio, le tasche già gonfie
di quelli che avevan rubato:

ma io, senza legge, rubai in nome mio,
quegli altri nel nome di Dio.
Ma io, senza legge, rubai in nome mio,
quegli altri nel nome di Dio.

Non commettere atti che non siano puri
cioè non disperdere il seme.
Feconda una donna ogni volta che l'ami
così sarai uomo di fede:

Poi la voglia svanisce e il figlio rimane
e tanti ne uccide la fame.
Io, forse, ho confuso il piacere e l'amore:
ma non ho creato dolore.

Il settimo dice non ammazzare
se del cielo vuoi essere degno.
Guardatela oggi, questa legge di Dio,
tre volte inchiodata nel legno:

guardate la fine di quel nazzareno
e un ladro non muore di meno.
Guardate la fine di quel nazzareno
e un ladro non muore di meno.

Non dire falsa testimonianza
e aiutali a uccidere un uomo.
Lo sanno a memoria il diritto divino,
e scordano sempre il perdono:

ho spergiurato su Dio e sul mio onore
e no, non ne provo dolore.
Ho spergiurato su Dio e sul mio onore
e no, non ne provo dolore.

Non desiderare la roba degli altri
non desiderarne la sposa.
Ditelo a quelli, chiedetelo ai pochi
che hanno una donna e qualcosa:

nei letti degli altri già caldi d'amore
non ho provato dolore.
L'invidia di ieri non è già finita:
stasera vi invidio la vita.

Ma adesso che viene la sera ed il buio
mi toglie il dolore dagli occhi
e scivola il sole al di là delle dune
a violentare altre notti:

io nel vedere quest'uomo che muore,
madre, io provo dolore.
Nella pietà che non cede al rancore,
madre, ho imparato l'amore".

martedì 11 aprile 2017

Fabrizio De André





Fabrizio De André - La canzone dell'amore perduto


Ricordi sbocciavan le viole
con le nostre parole
"Non ci lasceremo mai, mai e poi mai",

vorrei dirti ora le stesse cose
ma come fan presto, amore, ad appassire le rose
così per noi


l'amore che strappa i capelli è perduto ormai,
non resta che qualche svogliata carezza
e un po' di tenerezza.

E quando ti troverai in mano
quei fiori appassiti al sole
di un aprile ormai lontano,
li rimpiangerai

ma sarà la prima che incontri per strada
che tu coprirai d'oro per un bacio mai dato,
per un amore nuovo.

E sarà la prima che incontri per strada
che tu coprirai d'oro per un bacio mai dato,
per un amore nuovo.


Lucio Batisti




Lucio Battisti - Io vivrò (senza te)

Che non si muore per amore
è una gran bella verità
perciò dolcissimo mio amore
ecco quello, quello che, da domani
mi accadrà
Io vivrò senza te
anche se ancora non so
come io vivrò
Senza te, io senza te
solo continuerò e dormirò
mi sveglierò, camminerò
lavorerò, qualche cosa farò
qualche cosa farò, si, qualche cosa farò
qualche cosa di sicuro io farò: piangerò
sì io piangerò

E se ritorni nella mente
basta pensare che non ci sei
che sto soffrendo inutilmente
perchè so, io lo so, io so che non tornerai
Senza te, io senza te
solo continuerò
e dormirò, mi sveglierò
camminerò, lavorerò
qualche cosa farò qualche cosa farò
sì qualche cosa di sicuro io farò,
piangerò, io piangerò
Sì piangerò, io, piangerò...
Lucio Battisti




Lucio Battisti - E penso a te

Io lavoro e penso a te
torno a casa e penso a te
le telefono e intanto penso a te
come stai e penso a te
dove andiamo e penso a te
le sorrido abbasso gli occhi e penso a te
non so con chi adesso sei
non so che cosa fai
ma so di certo a cosa stai pensando
è troppo grande la città per due che come noi
non sperano però si stan cercando
cercando
scusa è tardi e penso a te
ti accompagno e penso a te
non sono stato divertente e penso a te
sono al buio e penso a te
chiudo gli occhi e penso a te
io non dormo e penso a te
la, la, la, la, ....
Franco Battiato




Franco Battiato - L'era del cinghiale bianco

Pieni gli Alberghi a Tunisi
per le vacanze estive
a volte un temporale
non ci faceva uscire
un uomo di una certa età,
mi offriva spesso sigarette turche, ma
Spero che ritorni presto
l'Era del Cinghiale Bianco
Profumi indescrivibili
nell'aria della sera
studenti di Damasco
vestiti tutti uguali
l'ombra della mia identità
mentre sedevo al cinema oppure in un bar
Ma spero che ritorni presto
l'Era del Cinghiale Bianco

Franco Battiato



Franco Battiato - La stagione dell'amore



La stagione dell'amore viene e va;
i desideri non invecchiano quasi mai con l'età.
Se penso a come ho speso male il mio tempo
che non tornerà, non ritornerà più!
La stagione dell'amore viene e va:
all'improvviso, senza accorgerti, la vivrai; ti sorprenderà.
Ne abbiamo avute di occasioni,
perdendole: non rimpiangerle, non rimpiangerle mai!
Ancora un altro entusiasmo ti farà pulsare il cuore:
nuove possibilità per conoscersi,
e gli orizzonti perduti non si scordano mai!
La stagione dell'amore tornerà
con le paure e le scommesse: questa volta quanto durerà?


Se penso a come ho speso male il mio tempo
che non tornerà, non ritornerà più!
Ne abbiamo avute di occasioni,
perdendole: non rimpiangerle, non rimpiangerle mai!
Ancora un altro entusiasmo ti farà pulsare il cuore:
nuove possibilità per conoscersi,
e gli orizzonti perduti non ritornano mai!
La stagione dell'amore viene e va;
i desideri non invecchiano quasi mai con l'età.
Ne abbiamo avute di occasioni,
perdendole: non rimpiangerle, non rimpiangerle mai!

Nek



Nek - Perquè la vida és així
Modà - La notte



Modà - La notte

Sì sarà pure misteriosa e tenebrosa,
quando vuole fa paura,
Ma ti abbraccia e ti difende se l'ascolti...
Se ti nascondi e cerchi dentro lei la forza per andare avanti
e non tradirla con il sole e i raggi.
Mi copre dagli insulti e dalle malelingue, che cercan solo di ferirmi e screditarmi,
mi lascia fare anche se sbaglio a farmi male, senza insultarmi..
Non come te che invece, hai cancellato in un momento
tutto quanto.
Ed è rimasto dentro te soltanto il peggio per uno sbaglio ed un momento in cui mi son sentito solo,
senza coraggio...
Ma la notte so che pensi a me amore,
nel buio cerchi sempre le mie mani, no...
Non fingere di stare già, già bene... di colpo non si può dimenticare.
Niente di così profondo e intenso o almeno penso.
Dico ci riesco, poi mi perdo e ci ricasco
nei momenti di sconforto, quando intorno a me
tutto buio come,
come la notte,
come le botte,
come le ferite abbandonate e mai curate,
ancora aperte.
Sbagliare è umano, ma per te uno sbaglio è tutto.
Sono solo un malandrino ed un violento, per una volta provo ad ascoltare
il cuore e non l'orgoglio.
Ma la notte so che pensi a me amore,
nel buio cerchi sempre le mie mani, no...
non fingere di stare già, già bene... di colpo non si può dimenticare.
Niente di così profondo e intenso o almeno penso.
Ma la notte so che pensi a me amore, nel buio cerchi sempre le mie mani...no!
non fingere di stare già già bene...
di colpo non si può dimenticare...
niente di così profondo e intenso o almeno penso.

Eros Ramazzotti




Eros Ramazzotti - Non è amore

La complicità che c’è tra di noi
Non è amore ma cos’è
Chiedo a te amica mia
Forse è solo compagnia

Questa sintonia che c’è da un po’
Non è amore ma cos’è
Alchimia gioco e magia
Non so farne a meno

Quando sto con te
Io mi sento vero e libero
E mi accorgo che sei dentro
Ogni sogno ogni momento
Ogni giorno che se ne va
Ogni respiro ogni sospiro ogni colore
Se non è amore cos’è
Che cos’è

Questa affinità l’intesa tra noi
Non è amore ma cos’è
Se per te la vita mia
Non ha più segreti


Quando sto con te
Sembra tutto un po’ più facile
E mi accorgo che sei dentro
Ogni sogno ogni momento
Ogni giorno che se ne va
Ogni respiro ogni sospiro
Ogni colore che passerà

Ma non possiamo nasconderci
Dietro la normalità
Siamo sul ciglio di un brivido
E divideremo ogni notte che verrà

Ogni sogno ogni momento
Ogni dolore che passerà

Ma non possiamo difenderci
Dalla nuda verità
Siamo sul ciglio di un brivido
Prima o poi ci travolgerà
Prima o poi

La complicità che c’è tra di noi
Non è amore
Forse

lunedì 10 aprile 2017

Tiziano Ferro


Tiziano Ferro - Rosso relativo

La voglia scalpitava, strillava,
tuonava..cantava..
Da notte fonda nel petto di..
Paola..oh..Paola..
La noia quella sera era troppa
E cercava, chiamava
200 principi e invece lei era la
dama del castello
RIT:
Il tuo è un rosso relativo
Senza macchia d'amore ma adesso
Canterà dentro di te
Per la gran solitudine e..
Forza..amati per questa sera
Che domani torni in te ma
Non ti diverte perché
Vuoi qualcosa di più facile.

La timidezza c'era ma svaniva,
scappava di notte..si dileguava
dagli occhi di..
Paola..oh..Paola
Giocava a rimpiattino nascondeva
E mostrava, cercava
Il cacciatore e invece lei era la
Preda dentro il bosco

RIT:
...
E non riposi più
Solo lo schermo e tu (e provo pena)
Tastiera e anima
Posso dimostrarti adesso che ha
Ben altre forme il sesso...

La voglia scalpitava, strillava, tuonava..cantava..
Da notte fonda nel petto di..
Paola..oh..Paola..
La noia quella sera era troppa
E cercava, chiamava
200 principi e invece lei era la
Dama del castello

RIT: x 2

Alex Britti




Alex Britti - La vasca

Voglio restare tutto il giorno nella vasca con l'acqua calda che mi coccola la testa
Un piede fuori che s'infreddolisce appena, uscire solo quando è pronta già la cena
Mangiare e bere sempre e solo a dismisura senza dover cambiare buco alla cintura
E poi domani non andrò neanche al lavoro, neanche avvertirò perché il silenzio è d'oro
Tornerò con gli amici davanti scuola, ma senza entrare, solo fuori a far la ola
Non ci saranno ripetenti punto e basta, staremo tutti insieme nella stessa vasca
Così grande che ormai è una piscina, staremo a mollo dalla sera alla mattina
Così che adesso è troppo piena e non si può più stare, è meglio trasferirci tutti quanti al mare
Quando fa buio accenderemo un grande fuoco, attaccheremo un maxi schermo e un grande gioco
E dopo inseguimenti vari e varie lotte faremo tutti un grande bagno a mezzanotte
Mi bagno, mi tuffo, mi giro e mi rilasso, mi bagno, m'asciugo e inizia qui lo spasso
E mi ribagno, mi rituffo, mi rigiro e mi rilasso, mi ribagno mi riasciugo e ricomincia qui lo spasso
Saremo più di 100, quasi 120, amici conoscenti e anche i parenti
Con il cocomero e la cocacola fresca, con le chitarre a dirci che non è Francesca
Aspetteremo le prime luci del mattino; festeggeremo con cornetti e cappuccino


E quando stanchi dormiremo sulla sabbia, le nostre camere scolpite nella nebbia
Ma dormiremo poche ore quanto basta per poi svegliarci e rituffarci nella vasca
Mi bagno, mi tuffo, mi giro e mi rilasso, mi bagno, m'asciugo e inizia qui lo spasso
E mi ribagno, mi rituffo, mi rigiro e mi rilasso, mi ribagno mi riasciugo e ricomincia qui lo spasso
Voglio restare tutto il giorno in una vasca con le mie cose più tranquille nella testa
Un piede fuori come fosse una bandiera, uscire solo quando fuori è primavera
Ma spero solo questa mia fantasia non sia soltanto un altro attacco di utopia
Perché per questo non c'è ancora medicina che mi trasformi la mia vasca in piscina
E tanto meno trasformare tutto in mare, però qualcuno lo dovrebbe inventare
Mi bagno, mi tuffo, mi giro e mi rilasso, mi bagno, m'asciugo e inizia qui lo spasso
E mi ribagno, mi rituffo, mi rigiro e mi rilasso, mi ribagno mi riasciugo e ricomincia qui lo spasso

Franco Battiato



Franco Battiato - E ti vengo a cercare


E ti vengo a cercare
anche solo per vederti o parlare
perché ho bisogno della tua presenza
per capire meglio la mia essenza.
Questo sentimento popolare
nasce da meccaniche divine
un rapimento mistico e sensuale
mi imprigiona a te.
Dovrei cambiare l’oggetto dei miei desideri
non accontentarmi di piccole gioie quotidiane
fare come un eremita

che rinuncia a sé.



E ti vengo a cercare
con la scusa di doverti parlare
perché mi piace ciò che pensi e che dici
perché in te vedo le mie radici.
Questo secolo oramai alla fine
saturo di parassiti senza dignità
mi spinge solo ad essere migliore
con più volontà.
Emanciparmi dall’incubo delle passioni
cercare l’Uno al di sopra del Bene e del Male
essere un’immagine divina
di questa realtà.

E ti vengo a cercare
perché sto bene con te
perché ho bisogno della tua presenza.


Antonello Venditti




Antonello Venditti - Ricordati di me

Ricordati di me, questa sera che non hai da fare,
e tutta la città è allagata da questo temporale
e non c'è sesso e non c'è amore, ne tenerezza nel mio cuore.
Capita anche a te di pensare che al di là del mare
vive una città dove gli uomini sanno già volare,
e non c'è sesso senza amore, nessun inganno nessun dolore,
e vola l'anima leggera.
Sarà quel che sarà, questa vita è solo un'autostrada,
che mi porterà alla fine di questa giornata,
e sono niente senza amore, sei tu il rimpianto e il mio dolore
che come il tempo mi consuma.


Lo sai o non lo sai, che per me sei sempre tu la sola,
chiama quando vuoi, basta un gesto forse una parola,
che non c'è sesso senza amore, è dura legge nel mio cuore,
che sono un'anima ribelle.
Ricordati di me, della mia pelle, ricordati di te com'eri prima,
il tempo lentamente ti consuma.
Ma non c'è sesso e non c'è amore, ne tenerezza nel tuo cuore
che raramente s'innamora.
Ricordati di me, quando ridi, quando sei da sola,
fidati di me, questa vita e questo tempo vola.
Ah ah ah ah.
Modà




Modà - Stella cadente

Baciarti e mai
mai chiudere gli occhi
per non perdermi neanche un secondo di tutto l’amore che sei
mi nutrirò
del tuo respiro
per seguirne il profumo e la strada più corta che porta da te
perché se tu scappassi tra un milione di stelle di sicuro saprei
riconoscerti tutte le volte che il cielo le accende e starei
starei li ad ammirarti
starei li per salvarti
ogni volta che poi tu diventi una stella cadente per me
sempre e solo per me
sempre e solo io e te
sempre.

Farti ridere sai
è come accendere il sole
è come ascoltare e ammirare la pace e la forza di un fiume
perché se tu scappassi tra un milione di stelle di sicuro saprei
riconoscerti tutte le volte che il cielo le accende e starei
starei li ad ammirarti
starei li per salvarti
ogni volta che poi tu diventi una stella cadente per me
sempre e solo per me
sempre e solo io e te
sempre.
Starei li ad ammirarti
starei li per salvarti
ogni volta che poi tu diventi una stella cadente per me
sempre e solo per me
sempre e solo io e te
sempre.





Bianca Atzei & Modà :: La gelosia


No non è niente
è soltanto un piccolissimo dolore
che passerà
no, non voglio illuderti
no, non è sostenibile
stare qui
dove non ci siamo più
dove già parla di noi
la gelosia
se provo a dirti
che vado via
da questa incoerenza che c’è
mi perderai, mi perderai
no non farò niente
preferisco non discutere così
poi si vedrà (poi si vedrà
se negli orizzonti miei ci sei tu
o una storia inutile
tu non puoi decidere per me
anche se mi brucerà
la gelosia

io vengo a dirti che vado via
da quasta incoerenza che c'è
tu lasciami non tirarmi più
tra le bugie
che inventi ogni volta che io
non sento il bisogno di te
mi perderai, mi perderai
e se crollerà il mondo
che avevi
orizzonti vedrai
che non hanno a che fare
con noi ormai
la gelosia
io provo a dirti
che vado via
da questa incoerenza che c'è
mi perderai, mi perderai
no, non è niente
è soltanto un piccolissimo dolore
che passerà.

Laura Pausini




Laura Pausini - In assenza di te

Io come un albero nudo senza te
senza foglie e radici ormai
abbandonata così
per rinascere mi servi qui

Non c'è una cosa che non ricordi noi
in questa casa perduta ormai
mentre la neve va giù
è quasi Natale e tu non ci sei più

E mi manchi, amore mio
tu mi manchi come quando cerco Dio
e in assenza di te
io ti vorrei per dirti che
tu mi manchi amore mio
il dolore è forte come un lungo addio
e l'assenza di te
è un vuoto dentro me

Perché di noi è rimasta l'anima
ogni piega, ogni pagina
se chiudo gli occhi sei qui
che mi abbracci di nuovo così


E vedo noi stretti dentro noi
legati per non slegarsi mai
in ogni lacrima tu sarai
per non dimenticarti mai

E mi manchi, amore mio
così tanto che ogni giorno muoio anch'io
ho bisogno di te
di averti qui per dirti che

Tu mi manchi, amore mio
il dolore è freddo come un lungo addio

e in assenza di te
il vuoto è dentro me


Tu mi manchi, amore mio
e mi manchi come quando cerco Dio
ho bisogno di te
di averti ancora qui con me

E mi manchi, amore mio
così tanto che vorrei seguirti anch'io
e in assenza di te
il vuoto è dentro me

Grido il bisogno di te
perché non c'è più vita in me

Vivo in assenza di te
in assenza di te
Eros Ramazzotti

Eros Ramazzotti - Una storia importante

Quante scuse ho inventato io
Pur di fare sempre a modo mio
Evitare così
Una storia importante
Non volevo così
Ritrovarmi già grande

Quanta gente ho incontrato io
Quante storie quante compagnie
Ma ora voglio di più
Una storia importante
Quello che sei tu
Forse sei tu

Fermati un istante
Parla chiaro
Come non hai fatto mai
Dimmi un po' chi sei
Non riesco a liberarmi
Questa vita mi disturba sai
Come ti vorrei
Quanto ti vorrei

Apro le mie mani per riceverti
(Ma un pensiero mi porta via)
Mentre tu le chiudi per difenderti
(La tua paura è anche un po' la mia)
Forse noi dobbiamo ancora crescere
(Forse è un alibi è una bugia)
Se ti cerco ti nascondi
Poi ritorni

Fermati un istante
Parla chiaro
Metti gli occhi dentro i miei
Come ti vorrei
Non riesco a liberarmi
Questa vita mi disturba sai
Come tu vorrei
Quanto ti vorrei

Come ti vorrei
Quanto ti vorrei
Adriano Celentano




Adriano Celentano - Un bimbo sul leone

Solo me ne sto alla finestra
oggi è un giorno in bianco e nero, pioverà!
Cerco malinconico nel tempo
qualche sogno che ho fatto già... anni fa!
Il gelo ha disegnato sopra i vetri fiori blu
e c'è una nuvoletta che discende di lassù.
Si apre in due metà qui di fronte a me!

Quanti bei colori in quella nuvola
e quanta gente allegra...
sopra un leone c'è
un bimbo che invita anche me
a cavalcare tutti gli animali
che san parlare come noi
e ridendo han ragione di pensare
che le bestie siamo noi!
Là nei prati azzurri galoppando
sui cavalli bianchi e neri, giocherò.
Sulle grandi ali colorate
di bellissime farfalle, volerò.
Seguendo le formiche
in fila indiana marcerò,
poi ruberò il violino alla cicala e suonerò
e chi mi ascolterà canterà con me!
Quanti bei colori in quella nuvola
e quanta gente allegra...
sopra un leone c'è
un bimbo che invita anche me
a cavalcare tutti gli animali
che san parlare come noi
e ridendo han ragione di pensare
che le bestie siamo noi!
Domenico Modugno


Domenico Modugno - Nel blu dipinto di blu

Penso che un sogno così non ritorni mai più:
mi dipingevo le mani e la faccia di blu,
poi d'improvviso venivo dal vento rapito
e incominciavo a volare nel cielo infinito...

Volare... oh, oh!...
cantare... oh, oh, oh, oh!
nel blu, dipinto di blu,
felice di stare lassù.

E volavo volavo felice più in alto del sole ed ancora più su,
mentre il mondo pian piano spariva lontano laggiù,
una musica dolce suonava soltanto per me...

Volare... oh, oh!...
cantare... oh, oh, oh, oh!
nel blu, dipinto di blu,
felice di stare lassù.

Ma tutti sogni nell'alba svaniscon perché,
quando tramonta, la luna li porta con sé,
Ma io continuo a sognare negli occhi tuoi belli,
che sono blu come un cielo trapunto di stelle.


Volare... oh, oh!...
cantare... oh, oh, oh, oh!
nel blu degli occhi tuoi blu,
felice di stare quaggiù.

E continuo a volare felice più in alto del sole ed ancora più su,
mentre il mondo pian piano scompare negli occhi tuoi blu,
la tua voce è una musica dolce che suona per me...


Volare... oh, oh!...
cantare... oh, oh, oh, oh!
nel blu degli occhi tuoi blu,
felice di stare quaggiù.

Nel blu degli occhi tuoi blu,
felice di stare quaggiù,
con te!
Fabrizio De André



Fabrizio De André - Giovanna d'Arco

Attraverso il buio Giovanna d'Arco
precedeva le fiamme cavalcando
nessuna luna per la corazza ed il manto
nessun uomo nella sua fumosa notte al suo fianco.

Sono stanca della guerra ormai
al lavoro di un tempo tornerei
a un vestito da sposa o a qualcosa di bianco
per nascondere questa mia vocazione al trionfo ed al pianto.


Son parole le tue che volevo ascoltare
ti ho spiato ogni giorno cavalcare
e a sentirti così ora so cosa voglio
vincere un'eroina così fredda, abbracciarne l'orgoglio.

E chi sei tu lei disse divertendosi al gioco,
chi sei tu che mi parli così senza riguardo,
veramente stai parlando col fuoco
e amo la tua solitudine, amo il tuo sguardo.

E se tu sei il fuoco raffreddati un poco,
le tue mani ora avranno da tenere qualcosa,
e tacendo gli si arrampicò dentro
ad offrirgli il suo modo migliore di essere sposa.

E nel profondo del suo cuore rovente
lui prese ad avvolgere Giovanna d'Arco
e là in alto e davanti alla gente
lui appese le ceneri inutili del suo abito bianco.


E fu dal profondo del suo cuore rovente
che lui prese Giovanna e la colpì nel segno
e lei capì chiaramente
che se lui era il fuoco lei doveva essere il legno.

Ho visto la smorfia del suo dolore,
ho visto la gloria nel suo sguardo raggiante
anche io vorrei luce ed amore
ma se arriva deve essere sempre così crudele e accecante.
Eros Ramazzotti+




Eros Ramazzotti - Io prima di te

Una lacrima sospesa,
che non voleva scendere,
un sorriso a denti stretti,
questo prima di te,
prima di te,
ero neve all'equatore,
indeciso su di me,
avevo tutto ed ero niente,
io prima di te,
prima di te,
ero una bandiera ferma,
che aspettava il vento.

Come un sorso d'acqua pura,
che scorre in gola,
tu mi stupisci ancora,
in tutto quel che fai,
mi meravigli ancora,
quando non eri mia,
come la prima ora,
tu non lo sai,
ma non ci credevo più,
io prima di te.
Ero rabbia e perdono,
la paura che si ha,
di non essere più capaci di amare
prima di te,
prima di te,
c'era un bacio lì a mezz'aria che si era perso.

Come il primo giorno a scuola,
tu,
tu mi stupisci ancora,
in tutto quel che fai,
mi meravigli ancora,
quando non eri mia,
come la prima ora,
tu non lo sai,
ma non ci credevo più,
io prima di te.
io prima di te.
io prima di te.
io prima di te.
c'era un bacio lì a mezz'aria che tu hai raccolto,
tu mi stupisci ancora,
in tutto quel che fai,
mi meravigli ancora,
quando non eri mia,
come la prima ora,
tu non lo sai,
ma non ci credevo più,
io prima di te.
Gianna Nannini




Gianna Nannini - Meravigliosa creatura


Molti mari e fiumi
Attraverserò
dentro la tua terra
mi ritroverai
turbini e tempeste
io cavalcherò
volerò tra i fulmini
per averti

Meravigliosa creatura sei sola al mondo
meravigliosa paura d'averti accanto
occhi di sole mi bruciano in mezzo al cuore
amore è vita meravigliosa
Luce dei miei occhi
brilla su di me
voglio mille lune
per accarezzarti
pendo dai tuoi sogni
veglio su di te
non svegliarti non svegliarti
non svegliarti .... ancora
Meravigliosa creatura sei sola al mondo
meravigliosa paura d'averti accanto
occhi di sole mi tremano le parole
amore è vita meravigliosa
Meravigliosa creatura un bacio lento
meravigliosa paura d'averti accanto
all'improvviso tu scendi nel paradiso
muoio d'amore meraviglioso
Meravigliosa creatura
meravigliosa
occhi di sole mi bruciano in mezzo al cuore
amore è vita meravigliosa

Renato Zero




Renato Zero - Mi vendo


Faccio in fretta un altro inventario

Smonto la baracca e via!
Cambio zona, itinerario,
Il mio indirizzo è la follia!
C'è un infelice, ovunque vai

Voglio allargare il giro dei clienti miei

Io vendo desideri e speranze,
In confezione spray.
Seguimi io sono la notte,
Il mistero, l'ambiguità

Io creo gli incontri
 Io sono la sorte!
Quell'attimo di vanità

Incredibile, se vuoi

Seguimi e non ti pentirai!
Sono io la chiave dei tuoi problemi,
Guarisco i tuoi mali, vedrai!!!
Mi vendo,
La grinta che non hai!
In cambio del tuo inferno,
Ti do due ali, sai!
Mi vendo,
Un'altra identità!
Ti do quello che il mondo


Distratto non ti da!
Io mi vendo, e già !
A buon prezzo, si sa!
Ho smarrito, un giorno, il mio circo,
Ma il circo vive senza di me!
Non è l'anima tua che io cerco,
Io sono solo più di te!
Nell'arco di una luna io,
Farò di te un baro oppure un re

Sono io la chiave dei tuoi problemi,
Guarisco i tuoi mali, vedrai!!!
Mi vendo, la grinta che non hai!
In cambio del tuo inferno,
Ti do due ali, sai!
Si

Ti vendo,
Un'altra identità!
Ti do quello che il mondo,
Distratto non ti da

Io mi vendo, e già!
A buon prezzo, si sa!
Seguimi!

Laura Pausini


Laura Pausini - E ritorno da te


E ritorno da te nonostante il mio orgoglio
Io ritorno perché altra scelta non c'è
Ricordando i giorni a un'altra latitudine
Frequentando i posti dove ti vedrei
Recitando i gesti e le parole che ho perso
E ritorno da te dal silenzio che è in me

Tu dimmi se c'è ancora per me
Un'altra occasione, un'altra emozione
Se ancora sei tu
ancora di più un'altra canzone fresca e nuova
Tu dimmi se ormai qualcosa di noi c'è ancora dentro gli occhi tuoi,


Oh no...gli occhi tuoi

E ritorno da te perché ancora ti voglio
E ritorno da te contro il vento che c'è
Io ritorno perché ho bisogno di te

Di respirare fuori da questa inquietudine
E ritrovare mani forti su di me
E non sentirmi sempre così fragile

Tu dimmi solo se c'è ancora per me
Un'altra occasione, un'altra emozione
Dimmi se ancora sei tu
ancora di più la nostra canzone che risuona
Tu dimmi se ormai qualcosa di noi c'è ancora dentro gli occhi tuoi, oh no...

Se ancora sei tu
Una canzone fresca e nuova
Tu dimmi se ormai qualcosa di noi c'è ancora dentro gli occhi tuoi,
Oh no...gli occhi tuoi

Dimmi solo se c'è e ritorno da te

Paolo Conte




Paolo Conte - Via con me

Via, via, vieni via di qui,
niente più ti lega a questi luoghi,
neanche questi fiori azzurri...
via, via, neanche questo tempo grigio
pieno di musiche
e di uomini che ti sono piaciuti...


It's wonderful, it's wonderful, it's wonderful,
good luck my babe,
it's wonderful, it's wonderful, it's wonderful,
I dream of you...
chips, chips, du-du-du-du-du

Via, via, vieni via con me,
entra in questo amore buio,
non perderti per niente al mondo...
via, via, non perderti per niente al mondo
lo spettacolo d'arte varia
di uno innamorato di te...

It's wonderful, it's wonderful, it's wonderful...

Via, via, vieni via con me,
entra in questo amore buio,
pieno di uomini...
via, entra e fatti un bagno caldo,
c'è un accappatoio azzurro,
fuori piove un mondo freddo...

It's wonderful, it's wonderful, it's wonderful...


Adriano Celentano




Adriano Celentano - Azzurro
Cerco l'estate tutto l'anno
e all'improvviso eccola qua.
Lei è partita per le spiagge
e sono solo quassù in città,
sento fischiare sopra i tetti
un aeroplano che se ne va.

Azzurro,
il pomeriggio è troppo azzurro
e lungo per me.
Mi accorgo
di non avere più risorse,
senza di te,
e allora
io quasi quasi prendo il treno
e vengo, vengo da te,
ma il treno dei desideri
nei miei pensieri all'incontrario va.


Sembra quand'ero all'oratorio,
con tanto sole, tanti anni fa.
Quelle domeniche da solo
in un cortile, a passeggiar...
ora mi annoio più di allora,
neanche un prete per chiacchierar...

Azzurro,
il pomeriggio è troppo azzurro
e lungo per me.
Mi accorgo
di non avere più risorse,
senza di te,
e allora
io quasi quasi prendo il treno
e vengo, vengo da te,
ma il treno dei desideri
nei miei pensieri all'incontrario va.

Cerco un pò d'Africa in giardino,
tra l'oleandro e il baobab,
come facevo da bambino,
ma qui c'è gente, non si può più,
stanno innaffiando le tue rose,
non c'è il leone, chissà dov'è...


Azzurro,
il pomeriggio è troppo azzurro
e lungo per me.
Mi accorgo
di non avere più risorse,
senza di te,
e allora
io quasi quasi prendo il treno
e vengo, vengo da te,
ma il treno dei desideri
nei miei pensieri all'incontrario va

Mina





Mina - Questa canzone

Canto per te questa canzone
per tormentarti ancora un po',
tornare lì per un momento
con te che non puoi dire ''no''

Canto per te questa canzone
e so già quello che farai,
adesso fingerai di niente
ma dentro invece tremerai.


No, non ti tradire con la gente,
continua a fare quel che fai,
non ti fermare mio solo amore,
tutto resta tra di noi

Volevo solo dirti ancora
che non è passata mai,
che tu mi senti come allora,
anche se non lo dici mai.

Canto per te questa canzone,
per farti male forse un po',
perchè tu sappia almeno ancora
che dentro non mi hai perso, no.
Vasco Rossi




Vasco Rossi - Sally

Sally cammina per la strada senza nemmeno
guardare per terra
Sally è una donna che non ha più voglia
di fare la guerra
Sally ha patito troppo
Sally ha già visto che cosa
ti può crollare addosso
Sally è già stata punita
per ogni sua distrazione o debolezza
per ogni candida carezza
data per non sentire l'amarezza

Senti che fuori piove
senti che bel rumore

Sally cammina per la strada sicura
senza pensare a niente
ormai guarda la gente
con aria indifferente
Sono lontani quei momenti
quando uno sguardo provocava turbamenti
quando la vita era più facile
e si potevano mangiare anche le fragole
perché la vita è un brivido che vola via
è tutto un equilibrio sopra la follia
sopra follia

Senti che fuori piove
senti che bel rumore

Ma forse Sally è proprio questo il senso, il senso
del tuo vagare
forse davvero ci si deve sentire
alla fine un po' male
Forse alla fine di questa triste storia
qualcuno troverà il coraggio
per affrontare i sensi di colpa
e cancellarli da questo viaggio
per vivere davvero ogni momento
con ogni suo turbamento
e come se fosse l'ultimo


Sally cammina per la strada leggera
ormai è sera
si accendono le luci dei lampioni
tutta la gente corre a casa davanti alle televisioni
ed un pensiero le passa per la testa
forse la vita non è stata tutta persa
forse qualcosa s'è salvato
forse davvero non è stato poi tutto sbagliato
forse era giusto così
eheheh
forse ma forse ma si
cosa vuoi che ti dica io
senti che bel rumore

domenica 9 aprile 2017

Vasco Rossi








Vasco Rossi - Albachiara

Respiri piano per non far rumore
ti addormenti di sera
ti risvegli con il sole
sei chiara come un'alba
sei fresca come l'aria.
Diventi rossa se qualcuno ti guarda
e sei fantastica quando sei assorta
nei tuoi problemi
nei tuoi pensieri.
Ti vesti svogliatamente
non metti mai niente
che possa attirare attenzione
un particolare
solo per farti guardare.
E con la faccia pulita
cammini per strada mangiando una
mela coi libri di scuola
ti piace studiare
non te ne devi vergognare

E quando guardi con quegli occhi grandi
forse un po' troppo sinceri, sinceri
si vede quello che pensi,
quello che sogni....

Qualche volta fai pensieri strani
con una mano, una mano, ti sfiori,
tu sola dentro la stanza
e tutto il mondo fuori


Lucio Battisti






Lucio Battisti - La canzone del sole

Le bionde trecce gli occhi azzurri e poi
le tue calzette rosse
e l'innocenza sulle gote tue
due arance ancor più rosse
e la cantina buia dove noi
respiravamo piano
e le tue corse, l'eco dei tuoi no, oh no
mi stai facendo paura.
Dove sei stata cos'hai fatto mai?
Una donna, donna dimmi
cosa vuol dir sono una donna ormai.
Ma quante braccia ti hanno stretto, tu lo sai
per diventar quel che sei
che importa tanto tu non me lo dirai, purtroppo.
Ma ti ricordi l'acqua verde e noi
le rocce, bianco il fondo
di che colore sono gli occhi tuoi
se me lo chiedi non rispondo.
O mare nero, o mare nero, o mare ne...
tu eri chiaro e trasparente come me
o mare nero, o mare nero, o mare ne...
tu eri chiaro e trasparente come me.
Le biciclette abbandonate sopra il prato e poi
noi due distesi all'ombra
un fiore in bocca può servire, sai
più allegro tutto sembra
e d'improvviso quel silenzio fra noi
e quel tuo sguardo strano
ti cade il fiore dalla bocca e poi
oh no, ferma, ti prego, la mano.
Dove sei stata cos'hai fatto mai?
Una donna, donna, donna dimmi
cosa vuol dir sono una donna ormai.
Io non conosco quel sorriso sicuro che hai
non so chi sei, non so più chi sei
mi fai paura oramai, purtroppo.
Ma ti ricordi le onde grandi e noi
gli spruzzi e le tue risa
cos'è rimasto in fondo agli occhi tuoi
la fiamma è spenta o è accesa?
O mare nero, o mare nero, o mare ne...
tu eri chiaro e trasparente come me
o mare nero, o mare nero, o mare ne...
tu eri chiaro e trasparente come me.
Il sole quando sorge, sorge piano e poi
la luce si diffonde tutto intorno a noi
le ombre ed i fantasmi della notte sono alberi
e cespugli ancora in fiore
sono gli occhi di una donna
ancora piena d'amore.

sabato 8 aprile 2017

Biagio Antonacci




Biagio Antonacci - Iris

Iris tra le tue poesie ho trovato qualcosa che parla di me
le hai scritte tutte con blu su pezzi di carta trovati qua' e la'
dimmi dove, dimmi come....
e con che cosa ascoltavi la mia vita, quando non stavo con te.....
e che sapori e che umori respiravi, quando non stavi con me...
Iris mi viene da dirti...TI AMO e lo sai non l'ho detto mai

QUANTA VITA C'E' QUANTA VITA INSIEME A TE
TU CHE AMI E TU CHE NON LO RINFACCI MAI
E NON SMETTI MAI DI MOSTRARTI COME SEI
QUANTA VITA C'E' IN QUESTA VITA INSIEME A TE


Il mio nome....dillo piano...
lo vorrei sentire sussurrare adesso...che ti sono vicino
la tua voce, mi arriva, suona come un'onda che mi porta il mare,
ma che cosa di più....
Iris ti ho detto TI AMO...e se questo ti piace rimani con me

QUANTA VITA C'E' QUANTA VITA INSIEME A TE
TU CHE AMI E TU CHE NON LO RINFACCI MAI
E NON SMETTI MAI DI MOSTRARTI COME SEI
QUANTA VITA C'E' IN QUESTA VITA INSIEME A TE


dimmi dove, dimmi come.....
e con che cosa ascoltavi la mia vita, quando non stavi con me
e i sapori e che profumi respiravi, quando non stavi con me,
IRIS TI AMO DAVVERO....E SE QUESTO TI PIACE RIMANI CON ME...
Alex Britti




Alex Britti - Una su un milione

Accettami così, ti prego non guardare,
nella mia testa c’è un mondo da ignorare.
Voglio che tu sia mia complice discreta,
accettami e sarai la mia bambola di seta.

Accettami e vedrai, andremo fino in fondo,
non pensare a cosa è giusto e cosa sta cambiando.
Andiamo al polo nord o al sud se preferisci,
accettami ti prego dimmi che ci riesci.

Non ho detto mai di essere perfetto,
se vuoi ti aiuto io a scoprire ogni mio difetto,
se ne trovi di più, ancora mi sta bene,
basta che restiamo ancora così insieme.


Amo, amo è qualcosa che si muove,
su e giù per lo stomaco più freddo della neve.
Amo, amo è un buco alla ciambella,
la sua dolcezza effimera la rende così bella.

Accettami e vedrai, insieme cresceremo,
qualche metro in più, e il cielo toccheremo.
Più alti dei giganti, più forti di Godzilla,
faremo una crociera su una nave tutta gialla.

Andremo su un’isola che sembra disegnata,
con colori enormi e un mare da sfilata.
Per quanto mi riguarda ho fatto già il biglietto,
ti prego non lasciarlo accanto a un sogno in un cassetto.


Amo, amo è qualcosa di speciale,
su e giù per lo stomaco è come un temporale.
Amo, amo è il sugo sulla pasta,
finché non è finito non saprò mai dire basta.
Amo, amo è un dono di natura,
perché la nostra storia non è solo un’avventura.
Amo, amo! è una semplice canzone,
e serve a me per dirti che sei una su 1.000.000
Impariamo italiano!